top of page

Informatica? Ai bambini la insegna il Papa




Gli studenti di tutto il mondo, compresi quelli italiani, spesso hanno problemi con le materie scientifiche. Anzi, troppo spesso nel nostro paese c'è notevole differenza tra ragazze e ragazzi. Secondo i recenti test Ocse-Pisa, l’Italia è la peggiore tra 81 paesi al mondo per gender gap in matematica: le ragazze sono indietro di almeno 21 punti in matematica, ovvero un intero anno scolastico circa. Che fare quindi? Una soluzione è iniziare a divertirsi con matematica ed informatica fin da piccoli, come propone Code with Pope , corso di programmazione autodidattico focalizzato sui bambini sviluppato da esperti polacchi. Per chi non lo sapesse, la Polonia è leader mondiale nella programmazione informatica. Gli studenti polacchi hanno vinto 127 medaglie alle Olimpiadi Internazionali di Informatica, superati solo dai colleghi cinesi, che però sono 37 volte più numerosi. Il progetto, che è gratuito e no profit, è stato avviato da Miron Mironiuk e dal team Cosmose AI come parte dell'iniziativa Programming = Our Second Language. Ma in cosa consiste e come nasce Code With Pope? Si parte dall’idea che la programmazione sia oggi una delle competenze fondamentali del 21° secolo, come la lettura, la scrittura o l'aritmetica. Imparando la programmazione, il bambino potenzia le sue capacità di risolvere problemi, la creatività ed il pensiero critico. Più concretamente, si aprirà di fronte ad ogni bambino (e ad ogni bambina) un mondo di possibilità per te per creare giochi, siti web e app. Tutto questo è gratis, in un Technologia.rtf mondo in cui la formazione è quasi sempre a carico di professionisti e aziende, Code with Pope fa capire che lavorare in modo diverso si può. Anzi, probabilmente, si dovrebbe. Code with Pope è disponibile in diverse lingue tra cui l'italiano ma utilizzarlo in inglese, la lingua della scienza in questi anni, sembra un'ottima idea. I bimbi imparano le basi della programmazione in Python: si parte imparando le variabili, i cicli e le istruzioni condizionali. Poi, si progredisce verso concetti più avanzati come le funzioni e gli oggetti. L'iniziativa Code with Pope, in altre parole, offre a più di 200 milioni di bambini la possibilità di un futuro migliore. Soprattutto a chi tra loro vive nei paesi in via di sviluppo. Qui la maggior parte dei lavori sono ripetitivi e di routine. Imparando le basi della programmazione, i bambini saranno in grado di garantirsi lavori migliori in futuro e saranno meno suscettibili alla manipolazione guidata dall'AI, alle fake news e alle frodi.

(Paola Rubini)

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page