top of page

Boom San Siro



Bruce Springsteen and The E Street Band – 1 e 3 giugno; Vasco Rossi – 7, 8, 11, 12, 15, 19, 20 giugno; Negramaro, 22 giugno; Max Pezzali – 1 e 2 luglio; Zucchero, 4 luglio; Taylor Swift – 13 e 14 luglio... Avete appena tutti o quasi i concerti confermati al 'vetusto' Stadio San Siro, a Milano, nell'estate 2024. Potrebbero essere di più, ma l’amministrazione ha detto stop, per tutelare le orecchie di chi vive nel quartiere. Gli eventi legati a Taylor Swift, bella e bravissima, sono già sold out da tempo. Se invece volete ascoltare lo splendido ed eterno Vasco, c'è l’ “economico” Package nel primo settore numerato, a soli 317 euro a persona. Springsteen, già arrivato in Italia l'estate scorsa, per ora, si accontenta di soli 69 euro, ma senz'altro pure i suoi due concerti andranno esauriti. Tutto questo dipende dal contenuto, ovvero dai concerti di alta qualità che questi artisti propongono, certo. Ma pure dal contenitore. Perché, a differenza di quel che dicono Milan e Inter, che lo stadio lo utilizzano per le loro partite (pure i grandi eventi di Champions League), e pure gli organizzatori di concerti, San Siro funziona. Piace. E' efficiente. Ci si va in metropolitana oppure in auto, che le autostrade verso i Laghi, il Nord e il Sud del Bel Paese non sono mica così lontane. Certo, le due squadre di calcio milanesi giocano al livello di quest’anno e riempiono di sport di livello assoluto ‘La Scala del Calcio”, è anche meglio. Sennò David Beckham, ex Milan, mica ci veniva, in tribuna a vedere Milan - PSG... Perché quindi, se San Siro funziona, costruire, altri impianti chissà dove? XNews è un giornale di buone notizie, certo, ma occhi e orecchie (uniti ad un cervello di normali dimensioni) li abbiamo anche noi: in Lombardia il consumo di suolo è cresciuto nel 2022 del 12,16% rispetto al 2021. Non occupare altri spazi oggi verdi, in città o in provincia, con nuovi impianti, sembra un’idea banale, ma buona. Ed è questo che la riscriviamo, visto ch l’abbiamo già scritta qualche tempo fa). Se proprio va ripensato, la cosa più logica è farlo pian piano, proprio dov’è oggi. Ci vediamo a San Siro.


(Lorenzo Tiezzi)

Comments


bottom of page