top of page

GOOP, il brand di Paltrow funziona, eccome


Alzi la mano chi non ama Gwyneth Paltrow. Non è solo una brava attrice, ma anche un’imprenditrice di successo. Nel settore biologico con il suo brand GOOP, nato dal nomignolo con il quale viene chiamata da sempre in famiglia, fattura molto più che con i film. Era il 2008 quando ha pensato di lanciare questo nuovo progetto direttamente dalla sua cucina londinese, per condividere con il suo pubblico, con un sito, una newsletter settimanale, tanti consigli utili, riflessioni... E soprattutto prodotti da acquistare. Tutto in linea con la sua filosofia di benessere in chiave olistica. I prodotti spaziano dal settore beauty, alla moda, al wellness, dalla cucina, ai viaggi. Non mancano limited edition, come è logico che sia. Oggi, il valore stimato di GOOP, che sul suo sito conta più di un milione di visitatori unici al mese, è di 200 milioni di dollari. Alla newsletter settimanale si sono aggiunti un e-commerce, shop fisici, un podcast, due serie Netflix e una sezione dedicata a problemi di salute fisica o mentale con un'équipe di scienziati e ricercatori pronti a rispondere ai vari quesiti, chiamata GOOP PhD. Nel 2015 aveva già quindici collaboratori, nel 2016 ha lanciato la prima linea di clean skincare e l'abbigliamento G. Label, nel 2017 il primo Summit dedicato al benessere. E ancora nel 2018 i dipendenti sono arrivati a 100 ed è stato inaugurato The GOOP Podcast, con Oprah Winfrey come prima ospite, nel 2019 numerose aperture e lanci, mentre il 2020 è l'anno The GOOP Lab su Netflix. L’invidia è un sentimento internazionale, quindi non sono mancate le critiche. Ad esempio, sullo "steaming vaginale", sui dildo d'oro da 15mila dollari, sulla uova di giada per Business People.rtf riequilibrare la femminilità. La candela This Smells Like My Vagina ha fatto scalpore pure in Italia. Paltrow guarda avanti e fattura. E’ stata infatti antesignana di un nuovo trend, quello del celebrity marketing: star della musica e dello spettacolo che creano il loro brand. I fan del personaggio di turno diventano consumatori, acquirenti convinti soprattutto dall’influenza che la celebrity ha su di loro. Il punto è infatti che Paltrow ha ideato un modello di business che funziona. GOOP si presenta poi come un brand attento a chi come la star ha uno stile di vita basato sulla cura naturale di corpo e mente. “E’ molto importante per me produrre vestiti nello stesso modo in cui vengono fatti gli abiti dei miei designer preferiti, ovvero in Italia. Tra l’altro ad un terzo del prezzo” , ha dichiarato l’attrice / imprenditrice.


(Francesca Lovatelli Caetani)

Comentarios


bottom of page