top of page

Merlata fa Bloom



E’ una delle ultime novità made in Milan tra i grandi spazi commerciali. Parliamo del Merlata Bloom Milano, lifestyle center dal cuore verde, nel quadrante nord ovest di Milano all’interno del più grande progetto di rigenerazione urbana italiana. Nei primi dodici giorni di apertura, ha già raccolto oltre 600.000 visitatori. C’è stato qualche problema con i posteggi nei primi giorni, ma senz’altro tutto sarà risolto a breve. 210 le unità commerciali, di cui 43 unità food & beverage, avvolte dal winter garden in legno e vetro con affaccio sul parco circostante. Shopping, food & beverage, inediti format leisure e di intrattenimento, è una realtà unica nel panorama dei centri commerciali. Tra i nomi, Neat Burger, catena di ristoranti 100% plant- based, nata nel 2019 nel Regno Unito e famosa per i testimonial Leonardo di Caprio e Lewis Hamilton, Poke House, leader globale nella categoria delle healthy bowl, Fresco&Cimmino, Macha café, Colmar, Arabian Oud, marchio internazionale di profumeria con oltre 1.000 negozi in molte parti del mondo, Esselunga con il suo nuovo superstore, con accesso diretto dall’interno del mall, che comprende il Bar Atlantic e si completa con l’elegante beauty store eb. Non manca un grande cinema, con dieci sale e mille posti a sedere, tra tecnologia, comfort e coscienza green che rappresenta lo stato dell’arte dell’esperienza cinematografica. Merlata Bloom Milano costituisce l’ulteriore tassello del futuro completamento di un nuovo distretto urbano sostenibile: è cerniera spaziale e funzionale tra il quartiere residenziale UpTown di Cascina Merlata ed il distretto dell’innovazione MIND, la sfida del post Expo 2015 che mese dopo mese sta crescendo nelle ex aree dell’Esposizione Universale. E’ un progetto in linea con gli obiettivi della Tassonomia europea ed ambisce a diventare Net Zero Carbon in operation. In più, c’è un unico ecosistema digitale, sempre accessibile in ogni momento della giornata. Ci si può iscrivere gratuitamente a Bloom Club, community che permette di accedere a tutti i servizi, iniziative, concorsi e con Bloomtasty, web food app, dentro e fuori dal mall, si può comporre il proprio menu per l’asporto, scegliendo tra più insegne con un solo ordine. Con lo smart delivery , una volta terminato il pagamento in negozio, infine, il visitatore può lasciare gli acquisti nello store, a consegnarli al punto di ritiro ci pensa il personale, selezionando il locker più comodo rispetto alla propria auto, scegliendo tra le 5 postazioni dislocate in altrettanti punti strategici del mall, in prossimità del parcheggio.


(Francesca Lovatelli Caetani)

Comentários


bottom of page