top of page

PAOLO ZOTTA: UNA VITA DA PERSONAL TRAINER


Il personal trainer è una figura essenziale nell’economia della moderna wellness culture. Se il ruolo del PT è cambiato dalla sua nascita fino ai giorni nostri, ridefinito in base alle esigenze dei clienti e alle tecnologie, la sua utilità e la sua funzione sociale e sportiva non è mai stata messa in discussione. Oggi il mercato del fitness e wellness ci segnala questa opportunità, lo sviluppo sempre in crescita della figura professionale del personal trainer e dei servizi dedicati. L’opportunità va colta sicuramente, ma è necessario analizzare e pianificare il proprio ambito di intervento perché possa essere davvero professionale e non soltanto occasionale. Come la maggior parte dei trend del settore fitness, anche il personal training lo abbiamo visto nascere e svilupparsi prima di tutto oltreoceano e nello specifico associato alle star di Hollywood. Dopo aver vissuto in Italia l’evoluzione dei primi centri fitness, principalmente orientati prima al bodybuilding e poi all’aerobica, negli anni ottanta arriva anche nel nostro paese la figura professionale del Personal Trainer. Oggi il personal training, in quanto servizio in ambito fitness e wellness, ha subito un’evoluzione molto significativa. Possiamo dire che è una figura professionale che ha affermato la sua presenza nel mercato grazie alla crescita della richiesta dei consumatori rispetto alla ricerca del benessere, visto come obiettivo più ampio rispetto al semplice miglioramento dell’aspetto estetico. Oggi la ricerca del benessere è declinata in diversi modi, dalla necessità di sentirsi bene e quindi di mantenersi attivi come prevenzione per la propria salute, all’esigenza di raggiungere obiettivi fisici specifici, che riguardano il dimagrimento oppure un miglioramento estetico del proprio corpo. Lo sviluppo di studi specifici è alla base della costruzione professionale del personal trainer, oltre all’affiancamento di un’esperienza sul campo che permetta di praticare la teoria acquisita. La personalizzazione dell’allenamento deriva dalla capacità di comprendere non solo le esigenze specifiche del soggetto attraverso un’anamnesi tecnica approfondita, ma anche il saper fornire la giusta soluzione adattata nel contenuto alla specificità soggettiva.

Considerando che secondo Stime ANSA in Italia c’è un giro di 12 miliardi l’anno legate alle attività sportive non agoniste (fitness), i Personal Training prendono parte di una fetta di mercato molto consistente. Ad oggi muovono lo 0.3%, quindi qualcosa come 36 milioni di euro. In Italia una persona di riferimento nel settore dei Personal Trainer è Paolo Zotta, 41 anni e un passato da pugile, con base a Milano Il sig.Zotta svolge questo lavoro da oltre 20 anni, durante i quali non ha mai smesso di studiare per ampliare la sua formazione, dal CrossFit allo Yoga passando per le discipline acquatiche. Utilizza le sue conoscenze poliedriche per unirle in un’innovativa tecnica di allenamento. Intervistato da Invextra Magazine ha dichiarato alla nostra redazione di avere come obiettivo l’apertura di un suo Personal Trainer Studio, coadiuvato da un team che possa seguire i clienti anche in sua assenza. Il mercato è competitivo ma il sig.Zotta ha più volte sottolineato che è necessario osservare i competitor per riconoscerne il valore e migliorarsi costantemente, "cercare confronto e approfondimenti con i colleghi fa crescere ed imparare”, queste le sue parole.

Comments


bottom of page