top of page

Sentirsi belli fa star bene... e lavorare meglio



Il settore beauty è in crescita e il fatturato lombardo tocca gli 8,8 miliardi di euro (dati Osservatorio Cosmetica), così come volano i corsi dedicati all’estetica per diventare professionisti dei vari settori. Fitness, beauty routine, tendenze della chirurgia estetica, creme esclusive, sorrisi perfetti... Soprattutto chi lavora vuol sempre sentirsi sempre in forma, ma ha spesso poco tempo. Per questo sceglie trattamenti super veloci, per essere sempre operativo e tornare attivo dopo poche ore. “ Oggi c’è voglia di minimizzare o quanto meno dare l’idea di un tocco ‘minimal’ per ogni intervento, sul viso e sul corpo”, spiega Piefrancesco Bove, chirurgo estetico attivo in tutta Italia e nel studio B You Clinic, a Milano. “Ci si allontana senza rimpianti dagli eccessi del passato, sfruttando nuove tecniche, oltre a nuovi materiali e macchinari iper performanti. Oggi ci sono tecnologie capaci di donare ottimi risultati senza il rischio dell'effetto ‘plasticoso’ del passato. Si cerca infatti di ‘correggere’ un difetto, piuttosto che sognare di cancellarlo completamente, con rimedi più naturali e meno aggressivi”. E poi, non c’è bisogno di entrare in sala operatoria per raggiungere risultati importanti. Ci si può stendere su un lettino medico senza anestesia, o degenza, per un trattamento smart. “ Non solo macchie, cicatrici, piccoli e grandi inestetismi cutanei. Si possono effettuare anche trattamenti come rimodellamento dei glutei, lifting del viso o del corpo, correzioni e camouflage di difetti ed imperfezioni del profilo nasale, liposuzione farmacologica per adipe in zone localizzate come addome o le maniglie dell'amore e, perché no, anche ginocchia e braccia”, spiega Bove. Tra i trattamenti più in voga negli ultimi anni c'è sicuramente il filler glutei, cioè l'inserimento di acido ialuronico a livello del polo superiore dei glutei per liftare e volumizzare il “lato B”, da eseguire in anestesia locale, in studio, anche in pausa pranzo. Non manca il rinofiller, che garantisce, se ci sono le indicazioni mediche, un risultato naturale. Il nuovo trend è quello di utilizzare i filler non solo per dare volume, ma per effettuare veri e propri lifting della cute non chirurgici utilizzando piani e filler diversi a seconda della zona che si va a trattare. La regola fondamentale per tutti coloro che si approcciano alla medicina estetica o chirurgica è che entrambe devono avere come obiettivo non quello di “non invecchiare”, perché ogni tentativo sarebbe patetico, ma quello di invecchiare bene. Togliersi qualche anno dal viso e portare con serenità la propria età. “E’ fondamentale insegnare al paziente a gestire il proprio patrimonio biologico. A migliorarsi nella misura corretta per non stravolgere i propri tratti, anche con una corretta skin care domiciliare” , conclude Bove. Se viso e corpo contano, è il sorriso il nostro biglietto da visita. Averlo sano e bello, magari grazie a faccette, allineatori trasparenti e laser sbiancanti, serve senz’altro a sentirsi a proprio agio. “Cresce l’impiego di progettazioni digitali degli interventi, anche quelli chirurgici, in modo da ottimizzare la resa, sia a livello medico sia a livello estetico. Ciò che prima si riferiva esclusivamente ad un impegno estetico, ovvero la possibilità attraverso esami 3d, oggi è presente anche nella parte chirurgica di grandi interventi”, spiega il dottor Emanuele Puzzilli, odontoiatra attivo tra Roma Prati (White Rome), Parioli, Ostia e Milano. “ La pre-visualizzazione rende possibile prevenire criticità in fase operativa e quindi fa raggiungere risultati prima impensabili” . Perché un sorriso bianco non può che essere sano. “Un sorriso bello ma ‘trascurato’ non può esistere. Basti pensare che anche solo prima di effettuare uno sbiancamento laser è necessario analizzare lo stato di salute della bocca, ricorrendo sempre ad una semplice pulizia professionale”, spiega Puzzilli. Sui social, certo, si trovano termini di paragone irraggiungibili, perfetti. “E’ vero, ma il risvolto positivo è che va sgretolandosi l’idea per cui dal dentista ci si reca solo se si ha dolore ai denti. Ora le richieste dei pazienti non sono più legate al dolore, ma alla cura del sorriso. Sempre, quindi, igiene quotidiana e pulizia professionale, almeno due volte l’anno!”, conclude. Dopo estetica e sorriso, per il nostro corpo c’è il pilates. Joseph Pilates lo creò come ginnastica posturale, che chiamava Contrology, perché pensata per bilanciare corpo e mente . Per molti l’allenamento ideale, perché allevia le rigidità che spesso portano a problemi posturali, a mal di schiena e cervicale. A Milano, Total Studio (negli spazi di via Sottocorno e Viale Col di Lana) propone piccoli gruppi di allenamento su Cadillac e Reformer, le due macchine principali del metodo Pilates, in gruppi da massimo 4 persone. Per completare il concept di allenamento, infine, c’è lo stesso format per classi di allenamento funzionale. Più dinamico, mira alla tonificazione e al dimagrimento. Chiudiamo con qualche buona idea per la nostra pelle. Skin4Passion e Skin4Men, recentemente protagonisti a Beauty Istanbul 2023, propongono ad esempio creme antietà, face scrub e mousse pre barba naturali, create con ben 30 diversi ingredienti. Non è tutto: il loro packaging rispetta l’ambiente. Ecco perché non possono mancare nella perfetta beauty routine, per lei o per lui, sia per il viso, sia per il corpo.


(Francesca Lovatelli Caetani)

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page